9 giorni in giro per il Marocco

Il Marocco é una terra intensa, piena di vita, storie e colori. Ci sono andata con il mio ragazzo lo scorso inverno e ha rappresentato una godutissima pausa dal freddo olandese che ci stava attanagliando. Sarebbe stato bello avere a disposizione un paio di settimane per fare tutto ció che avremmo voluto; purtroppo siamo stati costretti a condensare il nostro viaggio in soli 9 giorni (meglio di niente ovviamente!). Abbiamo affitatto un’auto e ci siamo muniti di macchina fotografica, mappe e guida Routard e siamo partiti alla scoperta di questo meraviglioso paese.

Il mio viaggio in Marocco

Il mio viaggio in Marocco © Sg

Il Marocco ha un clima atlantico sulla costa, continentale nella parte montagnosa e desertico all’interno: è abbastanza mite durante l’inverno e può essere molto caldo in estate, quindi potendo scegliere le stagioni migliori per andarci sono la primavera e l’autunno (ma specifico per esperienza personale che anche in inverno la vacanza può essere molto piacevole). La lingua che parlano tutti è l’arabo, ma per questioni storiche anche il francese è molto diffuso e nelle grandi città molti parlano o capiscono l’inglese. La religione ufficiale è l’islam e, per quanto il Marocco sia un Paese relativamente moderno e moderato, è sempre bene vestire e comportarsi in modo consono per non urtare la sensibilità dei locali.

marocco – il mio diario di viaggio

L'itinerario del mio viaggio in Marocco

L’itinerario del mio viaggio in Marocco © Sg

Continua a leggere

Costa Smeralda: la mia vacanza in Sardegna

Qualche settimana fa per la prima volta nella mia vita sono andata in Sardegna. Avete presente quello che si dice: vai in giro per il mondo e poi non conosci abbastanza i posti meravigliosi del Paese da cui vieni? Ecco, appunto. Dovendo recuperare un po’ di terreno perso, ho deciso di partire dalla zona di cui ho sempre sentito dire meraviglie: la Costa Smeralda. E me ne sono subito innamorata. Non solo per il mare cristallino, la natura mediterranea incantevole e la cucina ricca di tradizione, ma anche perché – essendo andata in giugno e quindi in bassa stagione – ho incontrato pochissimi turisti e mi sono potuta godere questa splendida terra in pace.

Spiaggia di Capriccioli in Costa Smeralda

Spiaggia di Capriccioli in Costa Smeralda © Sg

Tramonto a Baja Sardinia

Tramonto a Baja Sardinia © Sg

Continua a leggere

Il mio viaggio in Scozia alla ricerca di William Wallace

Uno dei miei film preferiti di sempre é Braveheart, ogni volta che lo vedo mi si strappa il cuore e piango emozionata come un vitellino. Uno dei protagonisti assoluti del film é il paesaggio scozzese che toglie il fiato per la sua grandiositá e la malinconia che evoca. Questo motivazione unita a tante recensioni entusiastiche di amici, mi hanno convinto ad organizzare una piccola vacanza romantica in Scozia. Purtroppo i giorni a disposizione erano solo 5 e abbiamo cercato di condensare quello che da guide e recensioni ci era sembrato essere il meglio della Scozia. Ecco il mio itinerario nelle Highlands con le tappe descritte giorno per giorno!

Le tappe del mio viaggio on the road in Scozia

Le tappe del mio viaggio on the road in Scozia © Sg

Scozia giorno 1 e 2: Edimburgo

Il nostro tour ha avuto inizio a Edimburgo dato che é lí che siamo atterrati da Amsterdam. Ecco il mio racconto dei due giorni passati a Edimburgo, tra pub e passeggiate!

Continua a leggere

Olanda: che giro fare, dove andare e cosa vedere

Vivo in Olanda da due anni e girandola in lungo e in largo ho avuto modo di conoscerla e di affezionarmici. Non é un Paese complesso come l’Italia o la Francia e non c’é la varietá di paesaggi della Scandinavia, ma ci sono un sacco di cosine carine da fare e vedere. Arte, storia, belle cittá e ristoranti interessanti (questi ultimi una piacevole scoperta!) non mancano. Ho messo insieme una lista di posti dove vale la pena andare se volete fare un viaggio in Olanda!

Amsterdam

Come direbbe la guida Michelin, Amsterdam da sola vale il viaggio. La capitale dell’Olanda é stimolante, internazionale, affascinante. Ecco le 10 cose da fare ad Amsterdam!

Amsterdam: meta piú gettonata in Olanda

Amsterdam: meta piú gettonata in Olanda © Sg

Rotterdam

Rotterdam é stata quasi distrutta completamente dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale ed é stata ricostruita con uno stile avveneristico: edifici modernissimi – molti dei quali firmati da archistar – hanno regalato uno skyline futuristico alla cittá. Rotterdam é oggi una cittá moderna dove design e architettura trovano possibilitá di esprimersi ad alti livelli ed é un grande richiamo per persone che vogliono vivere un’esperienza internazionale. Imperdibili l’Erasmus bridge, il museo d’arte moderna Kunsthal e il mercato coperto piú grande d’Olanda, il Markthal. Per una cena stellare, consigliato il ristorante FG Food Labs.

Markthal a Rotterdam

Markthal a Rotterdam © Sg

Continua a leggere

Una notte nel deserto marocchino

Quest’anno le vacanze di Natale le ho passate girovagando per il Marocco. Un bellissimo viaggio partito da Casablanca con il profumo dell’oceano e proseguito tra strade polverose alla ricerca della seta delle dune del deserto. Dopo qualche giro a Fez e tra le palme della campagna marocchina siamo arrivati al deserto e, amici miei, dormire sotto le stelle del cielo marocchino è stata un’esperienza unica.

Abbiamo trascorso una notte nell’accampamento Ali e Sara tra le dune di Erg Chebbi vicino a Merzouga – per gli appassionati di Marrakech Express, questo è il luogo dove Rudy vive sperando di trovare l’acqua per poter coltivare piantagioni di arance. Siamo arrivati in tarda mattinata a Merzouga, dove avevamo appuntamento con uno dei ragazzi di Ali e Sara. Abbiamo lasciato la macchina, siamo saliti in groppa ai dromedari e abbiamo iniziato la splendida passeggiata di due ore in mezzo nelle dune di Erg Chebbi per raggiungere l’accampamento.

Le nostre orme tra le dune del deserto

Le nostre orme tra le dune del deserto © Sg

Una volta lì, ci siamo sistemati nella nostra tenda e ci siamo goduti un pranzo vegetariano delizioso preparato dallo chef. L’accampamento è costituito da 8 tende private più una serie di zone comuni. Tutti i ragazzi che lavorano nell’accampamento provengono da tribù berbere in origine nomadi, che vanno fieri delle proprie origini e raccontano la loro storia con molto sentimento. Porto con me il ricordo dei loro racconti sulle stelle e sulla vita davanti al fuoco.

Continua a leggere