Beulings, uno dei miei ristoranti preferiti ad Amsterdam

Si dice sempre che in Olanda non si mangia bene, che gli olandesi non hanno nessuna cultura gastronomica, che per loro il cibo é come benzina vale a dire qualcosa che alimenta il corpo senza che ne venga ricavato alcun piacere. Con grande sollievo per noi expat e per i turisti che cercano un’esperienza culinaria di buon livello, ho scoperto che diversi ristoranti rappresentano un’eccezione a questa regola e Beulings é sicuramente uno di questi.

beulings – il locale

Il ristorante si trova in una vietta in una zona centrale tra due dei principali canali della cittá, il Singel e l’Herengracht. Il locale é deliziosamente piccolo e ospita pochi tavoli (motivo per cui é bene sempre prenotare con un certo anticipo), l’arredamento é minimal ma curato nei minimi dettagli e l’atmosfera é piacevole e rilassante.

Tavolo da Beulings

Tavolo da Beulings © Sg

Beulings – la cucina e il menu

Tutti i piatti di Beulings risentono di contaminazioni francesi, italiane e a volte asiatiche e il punto di forza é il valore e la dignitá che vengono dati ad ogni singolo ingrediente (un esempio tra tutti, il piatto a base di patate bollite che é semplicemente divino!). Non é possibile ordinare á la carte: ogni giorno vengono preparati piatti diversi che vengono proposti in un menu degustazione da 5, 6 o 7 portate. Personalmente adoro questa formula perché solo cosí é possibile avere una panoramica esaustiva del lavoro di uno chef e della sua squadra (oltre al fatto che le porzioni sono abbastanza piccole, quindi non si esce dal ristorante strapieni – altra cosa che apprezzo molto). Il rapporto qualitá-prezzo a mio avviso é ottimo trattandosi di Amsterdam:

Continua a leggere

Un’italiana che va a vivere ad Amsterdam

Da anni avevo questo progetto di andare a vivere per un po’ di tempo all’estero. Durante l’universitá per una serie di circostanze non era successo, poi il lavoro a ritmi forsennati a Milano e mi sono ritrovata a 29 anni senza più scuse per rimandare questa esperienza. Volevo farlo, dovevo farlo: per imparare finalmente l’inglese, per allargare il mio piccolo mondo e vedere ‘da dentro’ come funziona un Paese che non sia quello in cui sono cresciuta, per conoscere nuove persone interessanti, per sfidare me stessa provando a cavarmela in un ambiente estraneo, e – ultimo ma non meno importante – per avere maggiori e migliori opportunità lavorative.

Lo stesso per il mio ragazzo e così ci siamo decisi. Volevamo stare in Europa e parlare in inglese, volevamo una città interessante ma con un’alta qualità della vita, volevamo un posto dove le persone si rispettano e possono essere e fare ciò che vogliono. Così in modo naturale la scelta é ricaduta su Amsterdam e ad oggi non mi sono mai pentita della scelta che abbiamo fatto. Sento di un sacco di persone che più o meno per i miei stessi motivi vorrebbero trasferirsi ad Amsterdam: persone che come me amano infinitamente l’Italia, ma che si sono un po’ rotte di tutte le cose che non funzionano nel belpaese. Ho deciso quindi trasformare la mia esperienza in un piccolo vademecum di informazioni che possano essere utili a tutti coloro che hanno pensato di trasferirsi ad Amsterdam e non sanno bene da che parte partire.

Trasferirsi ad Amsterdam

Amsterdam © Sg

Continua a leggere

5 negozi dove comprare design ad Amsterdam

Negli ultimi anni l’interior design e il design di prodotto made in Olanda si sono molto evoluti e hanno conquistato un ruolo di primo piano sulla scena internazionale. Il design olandese é concettuale, asciutto, razionale ma divertente ed é il frutto di una societá molto aperta e curiosa. L’importanza del design olandese nel panorama internazionale é stata ampiamente riconosciuta durante l’edizione 2016 del Salone del Mobile milanese, dove i designer olandesi hanno invaso e conquistato la cittá (leggere questo articolo per credere). Amsterdam é il posto migliore in Olanda dove respirare creativitá e non é difficile imbattersi in negozi di questo tipo in giro per la cittá.

i miei negozi di design preferiti ad amsterdam

1) modern vintage

I soci di questo bellissimo negozio importano, restaurano e distribuiscono sedie vintage disegnate dai fratelli Ray e Charles Eames (quelli delle sedie Vitra per capirci). Migliaia di sedie con e senza braccioli, a dondolo o poltrone in decine di colori e combinazioni diversi aspettano di trovare appassionati del genere. Una vera chicca.

Sedie di design

Sedie di design © Modern Vintage

Continua a leggere

Le Restaurant ad Amsterdam, una cena da favola

Dopo 4 mesi passati a cercare una nuova sistemazione ad Amsterdam, io e il mio ragazzo finalmente troviamo l’appartamento giusto (quello che quando lo vedi senti la pancia che grida: “é lui!”) e decidiamo che l’occasione merita una celebrazione speciale. Una casa nuova per me equivale a un nuovo inizio: un nuovo quartiere da esplorare, nuovi vicini da conoscere, nuovi progetti da concretizzare, nuove emozioni da provare. Direi che un piccolo festeggiamento per tutta questa roba é il minimo, no?! La meta della nostra cenetta romantica celebrativa é stata Le Restaurant.

Avevamo letto tante belle recensioni su Le Restaurant, piccolo ristorante nel quartiere De Pijp insignito di una stella Michelin. La cucina é di ispirazione francese ed é fatta di materie prime freschissime in base alla disponibilitá giornaliera al mercato (il ristorante dista poco dal famoso mercato di Albert Cuypstraat). Il menu cambia molto di frequente e in tutti i piatti c’é sempre un delicato equilibrio tra tra la ricerca di modernitá e tradizione. La selezione dei vini é particolamente interessante e il loro motto (che personalmente adoro) é: “ingredienti semplici e cucina di altissimo livello“. L’ambiente é intimo e i proprietari e lo staff in generale sono rilassati ma attenti e riescono ad essere professionali e simpatici allo stesso tempo.

Ecco i meravigliosi piatti che ho mangiato a Le Restaurant:

Amuse bouche de Le Restaurant

Amuse bouche de Le Restaurant © Sg

Continua a leggere

Olanda: che giro fare, dove andare e cosa vedere

Vivo in Olanda da due anni e girandola in lungo e in largo ho avuto modo di conoscerla e di affezionarmici. Non é un Paese complesso come l’Italia o la Francia e non c’é la varietá di paesaggi della Scandinavia, ma ci sono un sacco di cosine carine da fare e vedere. Arte, storia, belle cittá e ristoranti interessanti (questi ultimi una piacevole scoperta!) non mancano. Ho messo insieme una lista di posti dove vale la pena andare se volete fare un viaggio in Olanda!

Amsterdam

Come direbbe la guida Michelin, Amsterdam da sola vale il viaggio. La capitale dell’Olanda é stimolante, internazionale, affascinante. Ecco le 10 cose da fare ad Amsterdam!

Amsterdam: meta piú gettonata in Olanda

Amsterdam: meta piú gettonata in Olanda © Sg

Rotterdam

Rotterdam é stata quasi distrutta completamente dai bombardamenti durante la seconda guerra mondiale ed é stata ricostruita con uno stile avveneristico: edifici modernissimi – molti dei quali firmati da archistar – hanno regalato uno skyline futuristico alla cittá. Rotterdam é oggi una cittá moderna dove design e architettura trovano possibilitá di esprimersi ad alti livelli ed é un grande richiamo per persone che vogliono vivere un’esperienza internazionale. Imperdibili l’Erasmus bridge, il museo d’arte moderna Kunsthal e il mercato coperto piú grande d’Olanda, il Markthal. Per una cena stellare, consigliato il ristorante FG Food Labs.

Markthal a Rotterdam

Markthal a Rotterdam © Sg

Continua a leggere