Ricetta dei pizzoccheri: uno dei tesori piú preziosi della Valtellina

Come ho già scritto in questo post, i pizzoccheri sono uno dei piatti simbolo della tradizione culinaria della Valtellina, una meravigliosa terra racchiusa tra le Alpi ubicata nell’alta Lombardia al confine con la Svizzera. Sono tanti i prodotti tipici di questa vallata, ma i pizzoccheri sono quelli a cui personalmente sono piú legata. Ricordo con affetto le giornate passate a correre tra i prati nei monti in provincia di Sondrio quando ero bambina e la voracitá con cui spazzavo il piatto di pizzoccheri fumanti che mia nonna preparava usando il paiolo sul fuoco. O tutte le volte che torno in Italia in inverno e chiedo alla mia mamma di prepararmeli per il pranzo della domenica perché quando fa freddo non c’é niente che scaldi il cuore piú di una teglia di pizzoccheri caldi.

I pizzoccheri sono tagliatelle corte fatte di grano saraceno (da qui il tipico colore grigiastro) che secondo la ricetta tradizionale valtellinese vengono cotti e serviti con burro fuso, patate, formaggio Bitto e/o Casera e verdure di stagione. Per rendere omaggio fino in fondo alla Valtellina, consiglio di accompagnare i pizzoccheri da uno dei vini tipici della zona: Sfursat, Sassella o Inferno. Una bomba calorica che peró garantisco vi rimetterá in pace con l’universo!

Ricetta pizzoccheri alla valtellinese

Ricetta pizzoccheri alla valtellinese © Sg

pizzoccheri – ingredienti per 4 persone

350 gr pizzoccheri in scatola
3 patate
una manciata coste di bietola (come alternativa si può usare anche la verza)
100 gr burro
150 gr Bitto
100 gr Casera
100 gr parmigiano
2 spicchi d aglio
salvia
sale e pepe

pizzoccheri – la ricetta

Pelare le patate e tagliarle a tocchetti, metterle a cuocere in abbondante acqua salata. Dopo circa 10 minuti unire le coste precedentemente lavate e sminuzzate. Nel frattempo, in un pentolino, fare fondere il burro con gli spicchi d aglio interi e qualche foglia di salvia. Buttare la pasta nella pentola dove stanno cuocendo patate e coste e intanto tagliare a fette sottili il Casera e il Bitto e grattugiare il parmigiano. Quando la pasta è cotta (regolarsi con i minuti riportati sulla confezione e assaggiare), scolarla insieme alle verdure e versare il tutto in una teglia insieme alle verdure e i formaggi. Mescolare bene e unire il burro insaporito con l’aglio e la salvia. Aggiungere una spruzzata di pepe ed eventualmente grattugiare altro parmigiano se gradito. Servire caldissimo possibilmente in ciotole di terracotta.

Se si vuole fare la pasta in casa occorrono…
400 gr farina grano saraceno
100 gr farina bianca
acqua

Lavorare gli ingredienti per qualche minuto, tirare la sfoglia con il matterello fino ad ottenere uno spessore di 2 millimetri e ricavare delle tagliatelle larghe circa un centimetro. Farle riposare su un ripiano infarinato e procedere con la ricetta come sopra.

Buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *