Piccione in padella con patate: una ricetta che sa di Francia

Lo scorso weekend mi sono svegliata con una certa voglia di Francia. Carne, burro, ricette sofisticate, vino rosso buono, quella roba lí insomma. Caso ha voluto che andando al mercato quella mattina stessa mi sia imbattuta in un bancone specializzato nella vendita di volatili, tra cui – mi é caduto subito l’occhio – il piccione. C’é qualcosa di piú francese di una ricetta a base di piccione? Forse sí, ma in quel momento non mi é proprio venuto in mente quindi ho comprato due bei piccioni e ho iniziato a documentarmi su come trattare questa carne.

piccione da cucinare – cose da sapere

Ho scoperto diverse cose utili che é bene tenere in mente quando si vuole fare una preparazione a base di piccione:

  • innanzitutto la qualitá della carne deve essere ottima: si dovrebbe sempre cercare di comprare piccioni che non siano stati allevati in batteria. Affidarsi ad un macellaio di fiducia o a qualche piccolo produttore é un’idea vincente
  • piccione é Francia, quindi chiama burro
  • questo volatile non compare solo sulle tavole di chef stellati, ma é un prodotto presente in molte cucine regionali italiane, ognuna con la sua propria ricetta
  • questa carne é magra quindi richiede cotture veloci, in caso contrario si asciugherebbe troppo. I grandi chef  servono la carne di piccione molto rosata, morbida e succosa e se lo fanno loro c’é da fidarsi
  • una delle operazioni preliminari consiste nella fiammatura per eliminare le piccole piume. Un metodo veloce e molto casalingo consiste nell’avvicinare il piccione alla fiamma dei fornelli tenendolo a qualche centimetro di distanza per far bruciare le piume ma senza cuocerlo
Piccione in padella

Piccione in padella © dissapore.com

piccione in padella con patate al forno – ingredienti per 2 persone

2 piccioni
1/2kg patate rosse
burro
salvia
rosmarino
aglio
sale, pepe, olio evo

Piccioni dal mercato

Piccione dal mercato © Sg

Patate rosse

Patate rosse © Sg

PICCIONE IN PADELLA CON PATATE AL FORNO – la ricetta

Cominciare dalla preparazione delle patate: lavarle, tagliarle a metá o a spicchi, metterle in una ciotola capiente e condire con un po’ di sale, olio e pepe. Mescolare bene con le mani, adagiare le patate su un foglio di carta da forno steso su una leccarda, unire qualche rametto di rosmarino e mettere in forno pre-riscaldato a 180 °C per una trentina di minuti – ogni 10 minuti circa mescolare le patate affinché vengano cotte uniformemente. Passare poi ai piccioni: aprirli a metá con un coltello e adagiarli di schiena in un ampio tegame in cui é stato fatto fondere il burro insieme a salvia e rosmarino. Appoggiare un paio di ciotole impilate o qualcosa di pesante sopra i piccioni in modo che vengano schiacciati. Fare cuocere 8 minuti circa dal lato della pelle, girare e continuare la cottura per circa 4 minuti con il coperchio.

Preparazione patate

Preparazione patate © Sg

Tegame con burro e aromi

Tegame con burro e aromi © Sg

 

Piccioni in padella quasi pronti

Piccioni in padella quasi pronti © Sg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *