Costa Smeralda: la mia vacanza in Sardegna

Qualche settimana fa per la prima volta nella mia vita sono andata in Sardegna. Avete presente quello che si dice: vai in giro per il mondo e poi non conosci abbastanza i posti meravigliosi del Paese da cui vieni? Ecco, appunto. Dovendo recuperare un po’ di terreno perso, ho deciso di partire dalla zona di cui ho sempre sentito dire meraviglie: la Costa Smeralda. E me ne sono subito innamorata. Non solo per il mare cristallino, la natura mediterranea incantevole e la cucina ricca di tradizione, ma anche perché – essendo andata in giugno e quindi in bassa stagione – ho incontrato pochissimi turisti e mi sono potuta godere questa splendida terra in pace.

Spiaggia di Capriccioli in Costa Smeralda

Spiaggia di Capriccioli in Costa Smeralda © Sg

Tramonto a Baja Sardinia

Tramonto a Baja Sardinia © Sg

le spiagge piú belle della costa smeralda

Inutile dirlo, in Sardegna si va principalmente per la vita da mare. Il mare é limpido e di tante sfumature dell’azzurro e le spiagge di sabbia sono bianche e morbide e si alternano a scogliere granitiche molto suggestive. Quando le piante sono in fiore l’aria si riempie di profumo di gelsomino e gli occhi si illuminano grazie al viola delle bouganville.

Ecco le spiagge da non perdere:

  • Capriccioli: le spiagge gemelle di Capriccioli sono molto conosciute e a ragion veduta. Sabbia fine e chiara circondata da abbondante macchia mediterranea. Disponibili lettini e ombrelloni e ampio parcheggio a 100 mt. Per chi cerca la comoditá.
  • Liscia Ruja: striscia di sabbia abbastanza lunga per gli standard della Costa Smeralda, diversi stabilimenti balneari con servizi. Per chi ama passeggiare sulla sabbia senza rinunciare al mare trasparente.
  • Isola di Spargi: Spargi é un isola facente parte dell’arcipelago della Maddalena e a sud della stessa si trova la meravigliosa spiaggia di Cala Corsara, raggiungibile solamente dal mare. La si puó raggiungere con imbarcazione privata o aderendo a uno dei tanti tour che partono da Baja Sardinia o da Palau. Per chi ama la spiaggia in versione un po’ piú wild.
  • Pevero: piccolo o grande Pevero che sia, questa spiaggia offre un mare con mille sfumature di azzurro. Per chi ancora non ha capito che la Sardegna non ha nulla da invidiare al mare dei Caraibi.
  • Isola di Mortorio: questa isoletta si trova di fronte a Cala di Volpe ed é area protetta per cui sia la navigazione che la balneazione sono vietate. Vale la pena di andare a dare un’occhiata peró (facciamo che non ve l’ho detto). Per chi si sente coraggioso.
  • Marinella: bella spiaggia estesa non lontana da Porto Rotondo e da Golfo Aranci. Per chi vuole andare al mare anche quando é un giorno di tramontana.
Spargi

Spargi © Sg

Liscia Ruja

Liscia Ruja © Sg

Isola di Mortorio

Isola di Mortorio © Sg

dove mangiare in costa smeralda

La cucina sarda é estremamente varia ed é frutto della tradizione pastorale e di pesca. I piatti spaziano dai formaggi alle carni arrostite al pesce. Tra le pietanze e i prodotti piú conosciuti ci sono il porceddu, maialino da latte cotto lentamente allo spiedo, i malloreddus, gnocchetti di semola di grano duro, il pane carasau, pane a forma di dischi sottili e croccanti (o nella sua versione ancora piú golosa, il pane guttiau) e le seadas, dolce tipico a base di formaggio, semola e miele.

Ecco i posti migliori della Costa Smeralda dove assaggiare queste prelibatezze:

  • Agriturismo Murualvata vicino a San Pantaleo: menu fisso di infinite portate una piú buona dell’altra, posto perfetto per quando il tempo é cosí cosí e si vuole provare la vera cucina sarda lontana dalla fighetteria della costa.
  • Trattoria Rossi a Pittulongu: ristorante di mare che si affaccia sulla spiaggia. Personale gentilissimo e piatti di pesce da perdere la testa. Consigliatissimo.
  • Phi Beach a Baja Sardinia: uno dei lounge bar e ristoranti piú in voga della Costa Smeralda,. Cibo o meno, bisogna venirci perché é la location definitiva per ammirare il tramonto.
  • Ristorante Giagoni a San Pantaleo: delizioso e intimo ristorante arredato con molto gusto che si affaccia sulla piazza principale di San Pantaleo, piccolo paesino colonizzato da artisti.
  • Frati rossi a Porto Cervo: situato su una collina vanta una terrazza meravigliosa con vista mare. Piatti semplici ma freschi e di qualitá.
Tipico porceddu sardo

Tipico porceddu sardo © Sg

Malloreddus (gnocchetti sardi)

Malloreddus (gnocchetti sardi) © Sg

Grigliata di pesce alla Trattoria Rossi

Grigliata di pesce alla Trattoria Rossi © Sg

Seada con miele e ricotta

Seada con miele e ricotta © Sg

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *